Si cerca di raggiungere un obbiettivo, si lavora per riuscire a realizzare un progetto, si vince, si perde, il risultato non ha importanza, hai dimenticato qualcosa in questo turbinio di eventi: famiglia, cura di te stesso e il sano divertimento; vogliamo proporti spunti, idee e immagini che riaccendano la necessità di interrompere per un solo istante il sovraccarico di stress lavorativo o di altra natura, come?
... be' cominciamo poi si fa sempre in tempo a rimediare!!!

Gli itinerari di Divisionesvago

Pic du Lauzin: ottobre fantastico!

Written by Team divisionesvago.it. Posted in News

Questo mese di Ottobre ci sta regalando delle bellissime giornate di sole, con temperature accettabili.
Decidiamo, quindi, di sfruttare questo clima per una bella escursione nel Vallone de Basses, poco sopra Monginevro, al cospetto del famoso Monte Chaberton (3131 m)

Passata la frontiera francese, procedendo da Claviere verso Monginevro, abbiamo imboccato la prima strada a destra, che porta al “Village de Soleil”, e parcheggiato a fianco della strada sterrata chiusa con una sbarra, che si incontra a sinistra poco prima del villaggio e dove esiste un cartello con le indicazioni per lo Chaberton, il colle Lauze e il Colle 3 Freres Mineurs.

L’escursione inizia da qui: seguendo la strada sterrata in direzione del Vallone des Baisses verso Nord , abbiamo raggiunto il pianoro dove vi sono degli impianti e proseguito a sinistra su una bella traccia fino a raggiungere la deviazione per il Colle de la Lauze.
In un attimo siamo al colle e percorrendo il filo di cresta abbiamo raggiunto il Pic du Lauzin a quota 2773. Bellissimo panorama anche se il vento freddo non ci ha permesso di sostare a lungo.
Abbiamo quindi iniziato la discesa seguendo sempre il filo di cresta fino a raggiungere il Colle Trois Freres Mineurs (2586 m). Il vento, che in quota era piuttosto sostenuto, è progressivamente scomparso permettendoci di gustarci un buon panino nei pressi di un piccolo rudere.
Qualche nuvola, però ha iniziato a presentarsi così decidiamo di scendere fino ad incontrare nuovamente la traccia che porta al Colle de la Lauze. Tralasciata, quindi, la deviazioni abbiamo nuovamente raggiunto la strada sterrata e quindi il “Village de soleil” per riprendere la nostra auto.

Valle Argentera: laghi della Fioniere

Written by Team divisionesvago.it. Posted in Bollettino

La Valle Argentera è un posto incantato.

Lo si apprezza nei mesi primaverili, quando il disgelo schiude la sua bellezza, in estate, quando la natura è rigogliosa e incornicia i monti imponenti che la circondano. In autunno, poi, tutto si tinge di rosso, l’atmosfera diventa più suggestiva, e ci si dimentica di essere a un’ora dal capoluogo piemontese.

Bella da percorrere si snoda per chilometri in mezzo a monti che offrono ogni possibilità di passeggiata, da quelle più impegnative come il sentiero per il Pelvo o la Ramiere, a quelle più semplici, che poi ti sorprendono per la loro bellezza, come la passeggiata per i laghi della Fioniere. Abbiamo potuto così ammirare la fioritura dell’erioforo, piccole piante che vivono sulle sponde dei laghi,con uno splendido contrasto di colori tra il verde/azzurro dell’acqua e il giallo dell’erba dei pascoli.


Il sentiero, mai impegnativo, inizia dal Piano della Milizia e si snoda per un lungo tratto vicino al torrente per poi inerpicarsi fino a una vecchia caserma/ricovero. Prosegue sino a ad un bivio: da un lato si raggiunge il colle Mayt, dall’altro i laghi ed il colle della Fioniere.