Monte Tabor

Difficoltà:
Località di partenza: Grange Valle Stretta mt. 1769
Dislivello: 1409 mt
Tempo di salita: 4 ore – 4 ore e 30 min
Rifugi: REFUGE I RE MAGI e RIFUGIO 3° ALPINI
Altezza: 3178 mt.

il Monte Thabor 3178 m

VALLE STRETTA: MONTE TABOR (3178 m)

Il Monte Tabor, Mont Thabor come indicato in molte cartografie,sorge proprio alla testa di questa valle chiamata Valle Stretta. La cima è formata da un vasto cupolone detritico sulla cui sommità sorge una Cappella dedicata a N.D. des Sept Douleurs che per molti anni è stata meta di pellegrinaggi il 16 Luglio.

La Cappella, ricostruita nel 1648 esisteva da molto tempo come risulta da una vecchia carta di Melezet. Il nome Thabor venne imposto da un pellegrino di ritorno dalla Terra Santa nel XIV secolo, in ricordo delmonte della Trasfigurazione. Giunti a Bardonecchia, famosa località sciistica della Val Susa, proseguire per Melezet e quindi a Pian del Colle dove, all’estremità del piano, si stacca la strada che porta in Francia attraverso il Colle della Scala.

Ignorando questa diramazione a sinistra e proseguendo sulla strada a fondo naturale si raggiunge un vasto pianoro dominato dall’imponente Parete dei Militi

Al termine del pianoro, superata una bergeria, si giunge ai parcheggi in prossimità dei rifugi chiamati REFUGE I RE MAGI e RIFUGIO 3° ALPINI dove, lasciata l’auto inizia l’escursione.
Superate Grange di Valle Stretta, percorrere la strada sterrata che porta alla località Ponte della Fonderia; proseguire sulla pista a fondo naturale che permette di raggiungere la miniera abbandonata del Banchet, vicino alla Casa Alpina. Imboccare il sentiero a sinistra dove un cartello in legno indica chiaramente il percorso da seguire che raggiunge in poco tempo il ponte delle Pianche o Planche a 2204 mt. (“pianca” in dialetto significa passerella).
Attraversato il torrente si sale alla base delle caratteristiche Rocche dei Serous.
Il pianoro sottostante queste rocche permette di ammirarle in tutta tranquillità.
Il sentiero sale su pendii erbosi fino a giungere al Colle dove si incontra il sentiero che porta al Lago Peyron.
Ignoriamo la diramazione e prendiamo il ripido sentiero di sinistra che si inerpica su un pendio con fondo sassoso, sulla destra idrografica di un canale.
Guadagniamo rapidamente quota ed incontriamo alcune croci che indicano il percorso.
Un’ultima ripida rampa e si tocca la Cappella che precede di poco il punto culminante. Il panorama è mozzafiato: si possono distinguere molti laghi(tra cui il Lago Chardonnet), il massiccio des Ecrins, il ghiacciaio de la Meije, la Guglia Rossa, naturalmente le Rocche Serous e …da vicinissimo il Picco del Mont Thabor.

Per raggiungere la località…

Autostrada A32 uscita Bardonecchia (TO), seguire indicazioni Melez-Pian del Colle; superare la ex-dogana, ignorare la prima strada sulla sinistra per Nevache-Colle della Scala e raggiungere la Valle Stretta.

mappa

Cartografia: IGC n° 1 – Valli di Susa, Chisone e Germanasca oppure IGC n° 104

fotogallery_big