Monte Giusalet

Difficoltà:  
Località di partenza escursione: Rifugio Avanzà mt. 2580
Dislivello: mt. 733
Tempo di salita: 2h e 30 min. circa
Rifugi: Rifugio Avanzà – te. 0122 50330 (cel. 3490523250)
Altezza:3313 mt.

L’escursione che proponiamo è nata dalle informazioni che i volontari della Pro Loco di Venaus, gestori del rifugio Avanzà ci hanno fornito, accogliendoci con gentilezza e disponibilità presso il rifugio.

Ci pare quindi opportuno prima di tutto raccontare del RIFUGIO AVANZA’: nato da una ristrutturazione di un ex casermetta militare situata sull’omonimo colle che separa la Val Clarea dalla Val Cenisca, il rifugio è dotato di telefono, 24 posti letto, un cucinotto , acqua calda e servizi igienici. Nel periodo invernale, e comunque quando non è custodito, vi è un locale di emergenza che può ospitare sei persone.

RIFUGIO GIUSALET

La sua posizione a 2580 m. permette di raggiungere comodamente la bellissima cima del Monte Giusalet, meta della nostra escursione ed altre cima come la Punta della Vecchia 2993 m., la Punta Toasso Bianco 2622m., la Punta Tricuspide, il passo dei Triceramenti e a soli 20 minuti, per i più pigri,  il bellissimo Lago della Vecchia.

Per raggiungere la grande e tozza cima del Monte Giusalet , rocciosa sul versante meridionale e coperta dal ghiacciaio di Bard su quello settentrionale, occorre salire N.O. dal rifugio per sentiero ben tracciato fino al Lago della Vecchia (2670 m). Superare il lago e continuare a salire seguendo le tacche rosse e gli ometti attraversando un vasto pendio detritico. Raggiunta la cresta S.S.E., dopo uno sguardo al sottostante Lago delle Savine,  riprendere a salire verso destra fin sotto la balza rocciosa dell’antecima e, con un ulteriore piccolo sforzo,  raggiungere la vetta contrassegnata da una croce (3313 m.)

Il panorama è veramente spettacolare!! C’è anche il tempo per lasciare un pensiero nel libro di vetta, inserito in un pilone, fare qualche foto e scendere nuovamente per il medesimo itinerario fino al rifugio Avanzà.

Per raggiungere la località…
Dalla strada statale n. 25 che da Susa sale al Valico del Moncenisio, 2 km dopo l’abitato di Giaglione svoltare a sinistra imboccando la strada che porta in Val Clarea.

Percorrere la strada per circa 1 Km e seguire le indicazioni S. Chiara su una strada che sale alla borgata Prà Piano e al ex Forte S.Chiara.

Da qui si possono fare due percorsi:

 A. Lasciare l’auto in prossimità della colonia ex Forte S. Chiara ed imboccare l’evidente mulattiera che conduce alla Bergeria Mabet e alla Bergeria Martina (1960 m.) Giunti in prossimità seguire le tacche bianco/rosso che, attraversando alcuni pascoli, conducono al sentiero/mulattiera che attraversa il versante S.O. della Punta Mulattiera fino a raggiungere il Passo Avanzà (2538 m.) e poco dopo il Rifugio.( 3 ore circa)
B. Proseguire per circa 4 Km su strada con fondo sterrato sino a giungere ad un tornate, dove lasciare l’auto, poco distante dal pozzo piezometrico dove  due evidenti cartelli indicano i percorsi per raggiungere il rifugio.(circa 2 ore)

PIANTINA-ALBE

fotogallery_big