A spasso a 3000 metri ovvero 6 x 3000

Difficoltà:

tempo percorrenza: 1 ora e 30 min. per la salita al passo – tutto il tempo che si vuole per le sei cime

periodo consigliato: luglio-agosto-metà settembre

tipo di percorrenza: escursione

L’ escursione che proponiamo  permette di raggiungere sei cime over 3.100 in una sola giornata. Infatti a fine giornata avremo avuto la possibilità di salire:

 -Punta Galambra 3123m
– Roc Peyrous o Truc Peyron 3189m
– Cima del Vallonetto 3222m
– Cima dei Fourneaux 3207m
– Punta Sommeiller 3333m
– Monte Ambin 3264m

Raggiunta la cittadina Bardonecchia, proseguire fino a Rochemolle, oltrepassare la diga e procedere sulla strada sterrata che porta al rifugio Scarfiotti.

Imboccare quindi la deviazione a destra e, dopo numerose curve, raggiungere Pian dei Frati e parcheggiare vicino al cartello segnavia con l’indicazione Passo dei Forneaux. Imboccare l’evidente sentiero poco dopo il torrente ed in circa 1 ora e 30 min. giungiamo a quota 3.100

La strada non risulta adatta ad auto non 4×4 in quanto molto scavata dall’acqua e priva di protezioni laterali.

itinerario:

Dal passo Settentrionale dei Fourneaux, saliamo il sentiero alla nostra destra e raggiungiamo il Ricovero Galambra; seguendo la cresta giungiamo in breve alla Punta Galambra (3123m), piccolo torrione roccioso strapiombante verso N. A questo punto, sempre seguendo la cresta, scendere al Passo di Galambra (3050m) e risalire i pendii adducenti al Colle Peirous, da cui in breve si raggiunge la panoramica sommità del Roc Peirous o Truc Peyron (3189m).
A questo punto, tornati al Colle Peyrous e percorrendo la larga cresta detritica diretta a Sod-Ovest, si giunge alla base dei torrioni rocciosi la vetta della Cima del Vallonetto; una traccia di sentiero costeggia tali torrioni e, con un ultimo tratto un po’ esposto, raggiunge un piccolo ricovero militare e le roccette sulle quali è collocata la croce di vetta (3222m).
Dalla vetta, da cui si gode un’ottima vista sulla Rognosa d’Etiache e sulla Pierre Menue, oltre che su tutta l’alta Val di Susa, si ridiscende al Passo dei Fourneaux Meridionale. Questa volta, si segue la cresta di destra, che si dirige verso Nord e in breve tocca il Passo Centrale dei Fourneaux (3110m), per poi salire ripida ad una piccola e tozza sommità detritica (innominata) su cui è collocato un ometto e una piccola statua della Madonna. Da qui, si scende al Passo Settentrionale dei Fourneaux (3159m) e si raggiunge la vetta della Cima dei Fourneaux (3207m), cocuzzolo di calcare giallastro che termina con un salto verticale a Sud e a Ovest. Tornati al sentierino di cresta, passando a destra di alcune asperità rocciose, si perviene alla vetta della Punta Sommeiller (3332m). Da qui si raggiunge per tracce la cima del Monte Ambin (3264m) Per la discesa dalla vetta, si può seguire il percorso di salita, e raggiunto nuovamente il Passo Settentrionale dei Fourneaux, imboccare il sentiero che ci porterà al piano dei Frati.