Archivio Autore

Involtino con…

Written by Team divisionesvago.it. Posted in Cucina, Secondi

Involtini di carne con verze

Involtini a sorpresa, per chi indovinerà il contenuto ricchi premi e cotillon!

Il giudizio della mamma

Difficoltà

Classificazione: 2 su 5.

Tempo

1 ora

IngredientiQuantità
Foglie di verza
Fettine di carne di pollo
Salsiccia
Wurstel
Pancetta
Formaggio
Pomodoro
Dado
Dattero o uvetta passa
Vino
Sale
Pepe
Cumino

Preparazione

L’idea di creare questo secondo nasce dal fatto di voler scherzare un po’ a tavola. Infatti gli involtini di verza nascondono poi all’interno diversi ripieni a sorpresa.

Iniziamo, sbollentando le foglie di verza e le lasciamo raffreddare un poco in modo che si possa poi preparare gli involtini. Battiamo un poco le fettine di carne di pollo, in modo che si possano anche piegare facilmente, poi le farciamo con delle fette di wurstel e del formaggio e confezionano gli involtini. Quindi li avvolgiamo nelle foglie di verza facendo in modo che rimangano ben chiusi.

Prendiamo poi delle altre foglie e le farciamo con un pezzo di salsiccia, formaggio ed un piccolo pezzetto di pancetta e richiudiamo l’involtino. Altre foglie le farciamo con pezzetti di wurstel e formaggio oppure pancetta e formaggio.

Una volta completati tutti gli involtini iniziamo a cuocerli in pentole diverse. Qualche rotolino di verza lo cuociamo con del pomodoro, altri con un poco d’olio, sale e pepe. Per altri azzardiamo (il risultato è eccezionale) rosolarli con del vino rosso, alcuni datteri tagliati a pezzetti, sale, pepe e semi di cumino.

Lasciamo rosolare fino a quando gli involtini inizieranno ad ammorbidirsi ancora un poco e prenderanno colore.

Portiamo in tavola gli involtini caldi, caldi ed iniziamo a gustarli!

Involtini di carne con verze
Involtini con le verze
Involtini con sorpresa: il risultato finale

Verdura nascosta sfiziosa

Written by Team divisionesvago.it. Posted in Cucina, Secondi

Verdure nascoste

Muffin salati e torta salata, un bel trucco per “nascondere” la verdura

Il giudizio della mamma

Difficoltà

Classificazione: 1.5 su 5.

Tempo

1 ora

IngredientiQuantità
Latte200 ml
Uovo1
Farina
Lievito1 cucchiaino
Sale
Noce moscata
Olio
Dadini di speck
Formaggio
Verdure (Pomodoro, zucchine, piselli)

Preparazione

Per preparare i muffin mescoliamo la farina insieme al latte, l’uovo, sale, noce moscata, un cucchiaino di lievito fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Uniamo poi i dadini di speck, il formaggio, mescoliamo quindi tutti gli ingredienti e riempiamo gli stampi per muffin.

Per quanto riguarda la torta salata, rosolare le verdure con olio, pomodoro, sale e pepe e portiamo a cottura, unendo poi lo speck ed il formaggio. Stendere la pasta sfoglia e ricoprire con le verdure cucinate in padella.

Approfittiamo per terminare la cottura di entrambe le pietanze infornandole per circa mezz’ora e fino ad ottenere una completa doratura.

Dolcetti con pasta di mandorle

Written by Team divisionesvago.it. Posted in Cucina, Dolci

Dolcetti con pasta di mandorle

Semplicissimi da realizzare, buonissimi da gustare: uno tira l’altro!

Il giudizio della mamma

Difficoltà

Classificazione: 1.5 su 5.

Tempo

15 minuti + tempo di riposo + 15 minuti (cottura)

IngredientiQuantità
Albumi2
Farina di mandorle250 g
Aroma di mandorla
Zucchero a velo190 g
Scorza grattugiata di limone1
Cucchiaio di miele1

Preparazione

Mescolare lo zucchero con la farina di mandorle, montare a neve i due albumi, aggiungerli alla farina, procedere lentamente in modo da non smontarli, unire poi la mezza fialetta di aroma di mandorle, la scorza grattugiata del limone ed il cucchiaio di miele. Impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Trasferire l’impasto in un sac-à-poche e adagiare una piccola quantità di pasta su una teglia ricoperta con carta da forno. Quindi lasciare riposare i biscotti per almeno cinque ore o anche una notte intera coperti a temperatura ambiente.

Decorare a piacere con una ciliegia candita, un chicco di caffè, una mandorla.

Infornare per circa quindici minuti a 170° (forno statico).

Dolcetti con pasta di mandorle
Dolcetti alle mandorle: il risultato finale